Formazione per i professionisti degli IDA

Il successo della protezione delle acque dipende essenzialmente dalla gestione professionale degli impianti di depurazione delle acque.
Gli impianti di smaltimento delle acque di scarico urbane e di depurazione delle acque sono apparecchiature complesse. La loro gestione richiede requisiti elevati per il personale addetto, il quale deve possedere un bagaglio formativo professionale ampio e fondato, che spazia da sistemi di raccolta delle acque di scarico a processi nel campo del trattamento delle acque e dei fanghi fino alle relative infrastrutture.

La legislazione svizzera in materia di protezione delle acque richiede personale appositamente formato per la gestione di impianti di depurazione delle acque. L’aiuto all’esecuzione (2014) ai fini dell’Ordinanza sulla protezione delle acque stabilisce quanto segue:

I responsabili della gestione degli impianti di depurazione delle acque e i relativi sostituti devono disporre di un attestato professionale federale. Per gli impianti più piccoli e meno complessi possono essere applicati anche requisiti meno severi sulla formazione del personale di comune accordo con le autorità.

Compiti e funzioni del personale di un impianto di depurazione delle acque

Negli impianti di depurazione delle acque sono presenti varie mansioni e personale con livelli di formazione differente. La VSA e il Groupe romand pour la formation des exploitants de stations d’épuration (FES) offrono corsi di formazione per operatori di impianti di depurazione delle acque. Queste denomi-nazioni non sono protette e talvolta vengono utilizzate con accezioni diverse. Come ausilio per gestori e comuni, la direzione della formazione ha preparato modelli di descrizioni delle mansioni per responsabili, gestori e operatori di impianti di depurazione delle acque (vedere sotto per il documento Word).

I gestori specialisti degli impianti di depurazione acque dirigono un impianto di depurazione da piccolo a medio (da circa 2000 a circa 30 000 abitanti-equivalenti). Sono responsabili della conduzione professionale e del personale dell’impianto. Negli impianti di depurazione delle acque di grandi dimensioni sono spesso responsabili della gestione di diversi livelli di depurazione (depurazione meccanica, livello biolo-gico, filtrazione, trattamento dei fanghi, ecc.). Hanno frequentato un tirocinio in ambito artigianale per il quale hanno conseguito un attestato di capacità e dispongono anche di un attestato professionale federale per gestore/trice d’impianto di depurazione acque (o di una formazione complementare equivalente).

Gli operatori d’impianto sono responsabili della gestione di impianti di piccole dimensioni (meno di circa 2000 abitanti-equivalenti). Spesso vengono impiegati in impianti medi e grandi per lavori di pulizia e interventi di manutenzione semplici. Hanno frequentato un tirocinio in ambito artigianale per il quale hanno conseguito o dispongono di un certificato di formazione pratica e del certificato VSA o FES per operatori d’impianto.

Concetto formativo

Per il 1° livello di formazione (formazione per operatore/trice d’impianto di depurazione acque con certificato VSA o FES) vanno frequentate le settimane di corso G1, G2 (denominate ancora A1 e A2 nel 2020) e il corso E, inoltre si devono superare l’esame di posizionamento e l’esame E.

Per il 2° livello di formazione 2 (formazione per gestore/trice d’impianto di depurazione acque con atte-stato professionale federale) vanno frequentati i corsi G1, G2, A3-A9 (o dal 2021 M1-M7) e LL, se necessario, nonché si devono superare le verifiche dell’apprendimento e l’esame professionale federale.

Con l’introduzione dei corsi LL e M1-M7 dal 2021 viene rafforzata la modularità della formazione. Salvo poche eccezioni, è possibile frequentare solo singoli corsi anziché l’intera formazione. I partecipanti ricevono quindi, oltre all’attestato di partecipazione, un corrispondente attestato una volta superate con esito positivo le verifiche dell’apprendimento.

Eventi VSA attuali

Nessun risultato trovato